PORTO EMPEDOCLE – Confermata la riconversione della centrale Enel a Turbogas

Il sindaco di Porto Empedocle, Calogero Firetto ha ufficialmente annunciato la riconversione della Centrale elettrica dell’Enel a turbogas.

A seguito dell’istanza di autorizzazione presentata da Enel per il progetto di adeguamento ambientale della Centrale di Porto Empedocle, nei prossimi giorni si terrà la prevista Conferenza di Servizi convocata dall’Assessorato Regionale Energia per l’acquisizione dei pareri delle amministrazioni interessate.
Il progetto presentato dall’azienda prevede l’installazione di un impianto turbogas da 80 MW alimentato a metano, per il quale sarà anche realizzato il gasdotto di collegamento dell’impianto con la rete nazionale di gasdotti, in sostituzione di uno degli attuali gruppi alimentati ad olio combustibile (gruppo 2) che sarà poi definitivamente dismesso. L’altro gruppo ad olio combustibile (gruppo 1) sarà invece posto in riserva fredda e sarà utilizzato per far fronte ad eventuali necessità del sistema elettrico in caso di temporanea indisponibilità del nuovo turbogas.
Il Comune di Porto Empedocle si impegnerà fattivamente affinché  i lavori possano partire ad inizio del prossimo anno per essere completati entro il 2014.
La realizzazione dell’adeguamento comporterà notevoli benefici ambientali grazie a livelli emissivi di gran lunga inferiori a quelli attuali. Inoltre, il nuovo impianto sarà più flessibile e, con rapidi avviamenti e fermate, consentirà di meglio soddisfare le esigenze della rete elettrica legate alla continua variabilità della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Ma l’aspetto rilevante per la comunità empedoclina è che il progetto Enel consentirà di dare al sito continuità operativa a lungo termine, salvaguardando gli attuali livelli occupazionali.

 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.