PORTO EMPEDOCLE – “Era capo di Cosa Nostra”, condannato Gerlandino Messina

Il Tribunale di Agrigento ha condannato Gerlandino Messina, 43 anni, di Porto Empedocle, riconoscendolo colpevole di essere stato, per un certo periodo di tempo, il capo di Cosa nostra della provincia di Agrigento, Messina sconta già l’ergastolo, e la condanna appena inflittagli aggiunge alla detenzione un anno di isolamento.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.