PORTO EMPEDOCLE – Furto d’acqua per stato di necessità: 2 assolti

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, il giudice monocratico del Tribunale, Antonio Genna, ha assolto, “perché il fatto non sussiste”, due persone di Porto Empedocle imputate di furto d’acqua. La difesa ha dimostrato che i due empedoclini hanno agito per “stato di necessità”. Le rispettive famiglie, infatti, sono monoreddito e vivrebbero alla giornata anche grazie a sussidi pubblici. La denuncia è scaturita da un controllo dei Carabinieri in una palazzina al Villaggio Mosè dove sono stati scoperti due allacci abusivi alla condotta idrica pubblica. �=�

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.