PORTO EMPEDOCLE – L’agguato al porto, direttamente a processo James Burgio

Direttamente a processo senza passare dall’udienza preliminare: quasi tre mesi dopo l’agguato al porto, il 26enne di Porto Empedocle, James Burgio, dovrà rispondere in aula dall’accusa di duplice tentato omicidio. Lo ha deciso il Gip Francesco Provenzano, accogliendo l’inchiesta del pubblico Ministero Elenia Manno e disponendo il giudizio immediato. Si tratta di una procedura che consente, qualora la prova sia ritenuta “evidente” , di saltare il vaglio del Gup. I difensori dell’imputato, gli avvocati Alfonso Neri e Salvatore Pennica, avranno adesso quindici giorni di tempo per chiedere un rito alternativo come l’abbreviato o il patteggiamento che poi dovranno passare all’esame del Gup. In caso contrario, invece, il dibattimento inizierà il 15 gennaio davanti ai giudici della seconda sezione penale.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.