PORTO EMPEDOCLE – Pentito Sciabica:”Ho ucciso io padre, nonno e zio di Gerlandino Messina”

Il pentito agrigentino, Daniele Sciabica, avrebbe reso delle dichiarazioni inedite. Sciabica, 54 anni, che si è già auto – accusato dell’omicidio del bancario Giuseppe Tragna, per il quale è stato condannato a 14 anni di carcere, e dopo essere stato carcerato anche ad Amburgo in Germania per l’ omicidio di un cittadino albanese commesso in terra tedesca, adesso ha dichiarato di avere partecipato agli omicidi del padre, nonno e zio del boss di Porto Empedocle, attualmente detenuto, Gerlandino Messina, nell’ ambito della faida tra la famiglia di Cosa nostra di Porto Empedocle e il clan dei Grassonelli a cui sarebbe stato affiliato Sciabica. Ovviamente si tratta di dichiarazioni in attesa di riscontri.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.