PORTO EMPEDOCLE – Pestaggio Libertino Vasile Cozzo, salta fuori pistola “ricercata”

Gli agenti della sezione “Volanti” della Questura di Agrigento, guidati dalla dirigente Rosa Malfitano, a pochi metri di distanza , sul selciato, dove è avvenuto il pestaggio ai danni dell’empedoclino , Libertino Vasile Cozzo, nella zona delle “Cannelle”, hanno recuperato la pistola a tamburo calibro 38, carica e pronta a sparare. Un’arma che, Libertino Vasile Cozzo nascondeva da almeno 5 anni. Gli agenti l’avevano cercata dappertutto, sicuri che nel tempo la potesse utilizzare, per vendicarsi di presunti torti subiti, visto che si era creato diversi “nemici”. La certezza della calibro 38, emerge dalle intercettazioni dell’operazione “Fermi Tutti”, nell’autunno del 2013. Vasile Cozzo pare volesse cancellare con il fuoco dei contrasti familiari, concorrenziali, economici e passionali. Intanto, la vicenda culminata con la nuova cattura di Libertino Vasile Cozzo, è ancora tutta da chiarire.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.