PORTO EMPEDOCLE – Rapina da 124 mila euro a titolare di una ditta ittica, due arrestati

La Polizia di Stato di Porto Empedocle, ha tratto in arresto Giuseppe Butera, 35 anni, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno, e Francesco Di Stefano, 36 anni, entrambi empedoclini, in quanto colti nella flagranza del reato di rapina aggravata.

Intorno alle 22.30 di ieri, la Volante del locale Commissariato, in servizio di controllo del territorio,  nei pressi della Via Roma ha udito delle grida provenire dalle vie limitrofe, apprendendo che, poco prima, era stata consumata una rapina in danno di un uomo, il quale è riuscito a indicare agli agenti la via di fuga dei malviventi, uno dei quali, in particolare Di Stefano, veniva tempestivamente intercettato e bloccato.

La vittima della rapina è un anziano pensionato, originario di Lampedusa il quale riferiva che, poco prima, mentre era all’interno della sua autovettura in sosta, sarebbe stato aggredito da due ignoti individui, i quali, dopo averlo colpito al volto con un pugno, gli strappavano di mano una borsa contenente la somma contante di 123.700 euro, dandosi a precipitosa fuga.


Quindi le ricerche si sono protratte per intercettare il complice che veniva poco dopo bloccato e tratto in arresto. Immediati accertamenti hanno consentito di appurare che l’ingente somma di denaro oggetto della rapina, costituiva il provento della commercializzazione di prodotti ittici da parte della vittima.

Dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria i due arrestati venivano condotti presso la casa circondariale di Agrigento.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.