PORTO EMPEDOCLE – Sequestrati beni per Salvatore Prestia

I poliziotti dell’Ufficio Misure di Prevenzione delle Questura di Agrigento, unitamente al personale del Commissariato di Porto Empedocle hanno dato esecuzione al decreto di sequestro di beni, emesso dal Tribunale di Agrigento, nei confronti di Salvatore Prestia,31 anni, attualmente detenuto nel carcere palermitano di Pagliarelli. Il sequestro ha riguardato un’autovettura, un deposito nominativo, due carte prepagate ed una polizza vita. Prestia venne arrestato lo scorso anno con altre dieci persone dalla Squadra Mobile di Agrigento su ordine della Dda di Palermo, nell’ambito del blitz denominato “Hardom”, con l’accusa di associazione per delinquere, finalizzata al traffico di stupefacenti. Salvatore Presti, è cognato di Fabrizio Messina,che è il fratello del boss Gerlandino.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.