PORTO EMPEDOCLE – Spaccio, truffa e violenza sessuale su una minorenne: condannato a 14 anni e mezzo

La Corte d’Appello di Palermo ha condannato Luigi Nicastro, 45 anni, di Porto Empedocle, a 14 anni e 6 mesi per l’accusa di violenza sessuale su una 15enne figlia della sua convivente.
I giudici palermitani hanno di fatto confermato la sentenza di primo grado dello scorso anno.
Nicastro era finito coinvolto nell’inchiesta antidroga “Express”, oltre ad essere accusato di rapina, truffa ai danni del Comune di Porto Empedocle, dal quale ha ricevuto in passato un sussidio, e atti sessuali con minorenni.
Nicastro avrebbe avuto approcci sessuali nei confronti della ragazzina all’interno della sua auto dove gli investigatori avevano posto una cimice. La vittima si è costituita parte civile al processo.

Condividi
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.