PORTO EMPEDOCLE – Stalking,divieto di avvicinamento per 5 persone

I poliziotti del Commissariato di Porto Empedocle, diretti dal vice questore aggiunto, Cesare Castelli  hanno dato esecuzione di ordinanza di applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla  donna empedoclina, P.O., emessa dal Gip del Tribunale di Agrigento,Valerio D’Andria a carico di: L.P.S., 47 anni, L.P.C., 42 anni, L.P.F., 27 anni, G.I., 42 anni, e C.F., 20 anni, tutti empedoclini e imparentati tra di loro. Le cinque persone sono ritenute responsabili di atti persecutori, continuati ed in concorso, con l’aggravante di aver commesso il fatto in danno di minore nonché di ingiuria aggravata e continuata. Il solo L.P.S., è indagato altresì dei reati di lesione personale, minaccia e ingiuria. In esecuzione del medesimo provvedimento cautelare, agli indagati sono imposte le prescrizioni di non transitare per la via Milano a Porto Empedocle, e vieta loro di comunicare con qualsiasi mezzo con le persone offese. In particolare gli indagati, tutti parenti del defunto marito della donna, P.O., sono accusati di aver posto in essere una pluralità di condotte moleste, ingiuriose e minacciose ai danni della moglie del citato deceduto e del figlio minorenne, costringendoli a mutare le abitudini di vita e procurando loro un grave stato d’ansia. Giova infine precisare che tutti gli odierni indagati erano già stati destinatari di decreto di ammonimento, emesso dal Questore di Agrigento Giuseppe Bisogno il 24 gennaio scorso.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.