PORTO EMPEDOCLE – Tentato omicidio, chiesta condanna a 8 anni

Il Pm Alessandro Macaluso della Procura di Agrigento ha chiesto la condanna a 8 anni di reclusione per Francesco Vasile Cozzo, settantenne, di Porto Empedocle (Ag). L’anziano deve rispondere dell’ipotesi di reato di tentato omicidio perché, nel 2008, ha colpito alla gola, con una coltellata, Salvatore Prestia, cognato di Fabrizio Messina che è il fratello del boss latitante Gerlandino. Alla ricostruzione del tentato omicidio la polizia è arrivata grazie a una intercettazione, nell’ambito delle indagini per arrestare, allora, il boss. I giudici della prima sezione penale del tribunale di Agrigento hanno rinviato il processo, per le arringhe dei difensori, al 29 settembre.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.