Precari dei Comuni in dissesto: alla Camera passa la proroga dei contratti [VIDEO]

L’aula della Camera, in sede di approvazione della legge di stabilità, ha approvato l’emendamento dei deputati siciliani del Pd che consente la proroga dei contratti dei lavoratori precari nei comuni dissestati o in pre-dissesto, ne dà notizia il deputato Angelo Capodicasa. Il provedimento interessa circa settemila persone che lavorano nei comuni siciliani. Si è spaccato il gruppo del M5s mentre hanno votato contro Lega e Forza Italia. Per Capodicasa “Dopo l’approvazione delle deroghe per tutti i precari degli Enti locali in Sicilia, abbiamo completato l ‘opera con quelli che lavorano nei comuni dissestati senza dover attendere il decreto cosiddetto milleproroghe”. 

I sindacati hanno subito revocato le mobilitazioni, in programma da lunedì prossimo, dei precari degli enti locali della Sicilia. La decisione è scattata dopo l’ok della Camera all’emendamento. Lo rende noto la Fp Cgil. “L’ok al provvedimento – dice il segretario regionale della Fp-Cgil, Michele Palazzotto – è frutto delle nostre battaglie in difesa dei lavoratori”.

“Siamo molto soddisfatti per l’approvazione in Aula dell’emendamento che permetterà la proroga dei contratti anche ai precari dei comuni in pre – dissesto o in dissesto finanziario, inizialmente esclusi dalla proroga. Con questo emendamento, che completa quanto già previsto per i 22mila precari siciliani di comuni, ospedali e regione, viene sanato un principio di diritto per quei lavoratori e le loro famiglie che già vivono in condizioni di oggettiva difficoltà. Il nostro impegno, come deputati siciliani, sarà quello di arrivare ad una progressiva stabilizzazione di questi lavoratori” lo dichiarano, in una nota congiunta, i deputati siciliani di Area popolare, Nino Bosco, Vincenzo Garofalo, Nino Minardo, Alessandro Pagano e Giampiero D’Alia.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.