Processo “Grandi Eventi”, arriva la prescizione: prosciolto Faustino Giacchetto

Il processo “Grandi eventi” si chiude con un nulla di fatto. La competenza spostata in 3 città, da Palermo a Messina e poi a Catania, un lungo iter che, ha portato alla prescrizione, dichiarata ieri dal Gup del capoluogo etneo, Luigi Barone.

Il giudice ha preso atto di quanto rappresentato dai difensori dei nove imputati – fra i quali c’è il manager della comunicazione, Faustino Giacchetto, e l’attuale presidente del Palermo calcio, Dario Mirri – e dallo stesso pm Fabio Saponara e ha pronunciato sentenza di non doversi procedere.

Cadono così, senza che il Gup sia entrato nel merito, le contestazioni relative al presunto pilotaggio degli appalti della pubblicità e della comunicazione, riguardanti alcuni eventi di rilievo nazionale tenuti nell’Isola tra il 2010 e il 2011. Gli altri indagati per cui è stata pronunciata la sentenza di non luogo a procedere per prescrizione sono imprenditori e impiegati della Regione Siciliana.

FONTE: GDS -RICCARDO ARENA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.