PROCESSO MONTAGNA – L’ex Sindaco Santo Sabella torna libero

I giudici della prima sezione penale del Tribunale di Agrigento, accogliendo l’istanza difensiva avanzata a margine dell’ultima udienza del processo “Montagna”, hanno disposto la scarcerazione di Santo Sabella, ex sindaco di San Biagio Platani, arrestato con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa nel gennaio 2018 nell’omonimo blitz dei carabinieri del Comando Provinciale di Agrigento.

La prima sezione penale, presieduta dal giudice Alfonso Malato, ha disposto altresì il divieto di dimora in provincia di Agrigento nei confronti dell’ex sindaco. Quest’ultimo, difeso dagli avvocati Gaziano e Mormino, si trovava in carcere da quasi due anni. 

I giudici hanno ritenuto che le residue esigenze cautelari possano ritenersi affievolite in considerazione dei quasi due anni di carcerazione a cui è stato sottoposto Sabella nonché dello stato avanzato in cui adesso si trova il processo.

Sabella è indubbiamente il personaggio principale dello stralcio ordinario della maxi inchiesta. Con il rito abbreviato sono arrivate 35 condanne per boss e gregari della “montagna e 15 assoluzioni.  

Condividi
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    8
    Shares
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.