PROCESSO NUOVA CUPOLA – Il Procuratore generale invoca altre 11 condanne.

Il procuratore generale Rosalia Cammà ha chiesto la condanna di undici imputati del processo d’appello “Nuova cupola” scaturito dal maxi blitz della Polizia che il 26 giugno del 2012 che fece scattare le manette ai polsi di 54 persone. Il processo è in corso di svolgimento davanti alla terza sezione della Corte di Appello di Palermo. La conferma della condanna in primo grado è stata chiesta per  Natale Bianchi (10 anni e 4 mesi di reclusione); Pietro Capraro classe 1985 (9 anni e 4 mesi); Giuseppe Anzalone (6 anni e 4 mesi di reclusione); Luca Cosentino (12 anni); Antonino Gagliano classe 1972 (10 anni e 8 mesi); Giuseppe Infantino (14 anni e 4 mesi); Francesco Ribisi (20 anni); Leo Sutera (6 anni); Giovanni Tarallo (20 anni); Lucio Francesco Vazano (6 anni e 4 mesi); Antonio Orlando (6 anni). Sempre il Pg ha avanzato la richiesta di 1 anno di reclusione per Maurizio Rizzo di Grotte, che era stato assolto in primo grado, ritenuto dall’accusa responsabile di un danneggiamento a Siculiana. Nella precedente udienza sempre il Pg aveva chiesto dieci condanne e due assoluzioni.
Restano da definire le posizioni di altri sette imputati. Le richieste verranno formulate il prossimo 17 novembre.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.