Processo “Vultur” – Tutti condannati gli imputati

Condannati tutti e   quattro gli imputati nell’ambito del processo di primo grado denominato ” Vultur” con presidente del collegio Luisa Turco, e a latere i giudici Enzo Ricotta e Rosanna Croce. 

17 anni e 6 mesi nei confronti di Rosario Meli, alias “u puparu”, riconosciuto  capo della famiglia mafiosa di Camastra; 14 anni e 6 mesi per il figlio Vincenzo mentre 13 anni e 6 mesi sono stati inflitti al tabaccaio del paese Calogero Piombo ritenuto il cassiere della famiglia mafiosa di Camastra. Condanna anche per Lillo Di Caro, esponente di rilievo della mafia di Canicattì, a cui sono stati inflitti 22 anni in continuazione e che assorbe dunque le condanne a 14 anni nel procedimento “Alta Mafia”.

Esclusa invece la condotta relativa all’intervento che la famiglia Meli avrebbe messo in atto per “ostacolare il libero esercizio del voto o comunque procurare voti ad altri”.

Confiscata l’agenzia di pompe funebri riconducibile alla famiglia Meli. Gli imputati condannati dovranno versare, inoltre, una provvisionale di 10 mila euro nei confronti delle parti civili De Marco, Forti e Casuccio oltre che l’intero pagamento delle spese processuali.

L’inchiesta Vultur è stata condotta dal personale della Squadra mobile di Agrigento diretto da Giovanni Minardi.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.