PROMOZIONE – Deludente pari interno della Libertas: è crisi tecnica-gestionale?

La Libertas Racalmuto vanifica ancora quanto di buono ottenuto in trasferta e nella gara giocata in un orario insolito(ore 13) contro il Favignana ne esce un deludente pareggio per uno a uno. La Libertas giochicchia solo per 20 minuti, trova il gol con il solito Gabriele Russo e si ritira dal campo. Ovviamente, una qualsiasi formazione, al di là del divario tecnico, comprende il momento e ne approfitta, senza dover faticare o costruire più del dovuto e trova il pari come è capitato al Castellammare quindici giorni fa, anche il Favignana ci riesce con facilità e ringrazia portando via un punto che forse sognava nei migliori fumetti.  Infatti, Di Vita che questo torneo lo conosce bene punisce la retroguardia della Libertas nella ripresa. I locali raggiunti non riescono a  reagire. Anzi, la confusione sembra regnare sul campo tra gli undici schierati. E anche i cambi sembrano poco azzeccati. Non puoi togliere un ispirato Russo, il migliore della Libertas in questa stagione sempre continuo, l’unico a poter trovare il guizzo vincente. La Libertas butta via in tre gare interne ben sette punti, una media certamente non da formazione di vertice. Gli sforzi profusi dalla società di voler puntare in alto sembrano di domenica in domenica affievolirsi. Le gare contro Raffadali e Castellammare non sembrano aver portato insegnamenti a nessuno e il Raffadali alla distanza ringrazia  e si allontana. A questo punto è spontaneo chiedersi a cosa possa essere imputato questo calo della Libertas nelle gare che dovrebbero essere di facile portata. Adesso, rimane poco tempo per aggiustamenti tecnico-tattici perchè già mercoledi si torna in campo per gli ottavi di Coppa Italia contro lo Sciacca. E domenica arriva la vice capolista Folgore di Mimmo Bellomo. Si tratta di due prove che potrebbero rivelarsi decisive per le sorti della stagione.Inutile nasconderlo, ma in casa Libertas è crisi. Una crisi già affiorata quindici giorni fa e superata a Licata chissà se per meriti propri o per demeriti degli avversari rimasti a casa. Vorremmo sbagliarci ma questa Libertas cosi come è non va lontano. Ora, dovranno essere tecnico e giocatori a dimostrare che le nostre considerazioni sono solo delle vaghe impressioni di chi scrive e del pubblico che, ormai mormora da parecchie partite. Coppa Italia contro Sciacca e campionato contro la Folgore diranno la verità.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.