PROMOZIONE – E’ una Libertas Racalmuto spietata e cinica, violato il Nino Novara di Ribera

Arriva il quinto risultato utile consecutivo in campionato che equivale al sesto posto in classifica. Per la Libertas Racalmuto il giusto coronamento dello spirito di sacrificio messo in campo sin da inizio stagione e un risultato che ha ha stentato ad arrivare complice un pò la sfortuna di inizio stagione. Ora, mister Lillo Capraro sembra aver treovato le giuste misure ad un collettivo che ha sempre creduto alle sue qualità e potenzialità. La Libertas Racalmuto grazie a questi mezzi si aggiudica il derby dell’agrigentino in una buona gara di calcio che ha vista, per falli, un espulso e 12 atleti ammoniti  dall’arbitro Melodia. L’Atletico Ribera, complici anche alcune assenze pesanti, dopo due vittorie consecutive torna a perdere. La Libertas gioca bene a centrocampo, sfrutta un calcio di rigore con Gabriele Russo ritornato a casa dopo l’esperienza a Grotte e la prima parte di toprneo a Palma di Montechiaro con la Gattopardo, e nel finale con Touray passa in vantaggio. sfiorando il terzo gol, negato dal portiere Allegro che viene espulso all’89’ per doppia ammonizione. Al 28’ì del primo tempo, il primo calcio di rigore in favore dell’Atletico Ribera per atterramento su Geraci, ma lo stesso giocatore  calcia il pallone fuori. Al 33′ Allegro esce su Russo lanciato a rete, per l’arbitro è rigore: dagli 11 metri Gabriele Russo non sbaglia per il vantaggio ospite. Al 45′ Geraci si fa perdonare l’errore del rigore e inventa una rete con un gran tiro da fuori area, una bomba che si infila all’incrocio dei pali. Inizia b ene la rirpesa per la squadra di mister Montalbano che, sfiora in un paio di occasioni la rete del vantaggio. La Libertas gioca in contropiede e al 78′ Touray beffa Allegro con un tiro sotto la traversa. Una prodezza che permette alla Libertas di portare a casa tre punti da alta classifica con un doppio tuirno casalingo da sfruttare contro il Ravanusa e la capolista Partinicaudace.   

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.