PROMOZIONE – Lo Sporting Racalmuto vola al terzo posto

Pur non disponendo in questo scorcio di stagione di un’attaccante di ruolo la formazione di Alessio Sferrazza ha inanellato nel 2014 una serie di risultati utili fino a portarsi al terzo posto della classifica. Come matricola del torneo e con un budget ridotto e striminzito va messo in risalto il grande lavoro di gruppo atleti-società.

Racalmuto 2

R. Biscari 0

Sporting Club Racalmuto: Ammendola, Russica, Giardina, Dolcemascolo, Cammarata, Milanesio, Alessi, D. Giaconia (28’ st Diawara), Vasapolli (30’ st Caltagirone), Augello, Bellomo (1’ st Sciarrino). Allenatore Alessio Sferrazza.

Real Biscari Acate: Mignacca, Rotondo, Marino, Carneciocca, Guarino, Iapichino, Mustapha, Buccheri, Talarico, Cortese, Pecorari.

Arbitro: Giorgio Randazzo di Marsala.

Assistenti: Parrinello e Casamento di Palermo.

Reti: 35’ pt e 28’ st su rigore Milanesio.

RACALMUTO. Allo stadio “La Mantia” il Racalmuto supera con il più classico dei risultati, due a zero, l’Acate ed agguanta la terza posizione nella classifica del campionato di Promozione, girone D. Milanesio e Ammendola i grandi protagonisti della partita, il primo autore delle due reti, la prima su calcio piazzato e la seconda su rigore, mentre il portiere racalmutese ha sventato l’unica grande occasione della gara per gli ospiti, riuscendo a fermare Cortese che si era presentato da solo dalle sue parti. Gara comunque dominata dallo Sporting che accusa l’assenza di Giuseppe Giaconia in avanti, con Alessio Sferrazza pronto ad inventarsi un ruolo per Vasapolli, decisivo nell’assegnazione del penalty. Al 35’ il Racalmuto sblocca il risultato con un calcio di punizione di Milanesio, bravo a trovare l’angolino giusto dopo aver scavalcato la barriera. Poi l’occasione per gli ospiti: Cortese in fuorigioco, lanciato da Buccheri, sembra fermarsi ma si accorge che la terna arbitrale non segnala la posizione di off side per cui si invola verso l’area piccola ed Ammendola si supera, frapponendosi tra la palla e la porta costringendo l’attaccante ragusano a sbagliare. Nel secondo tempo si registra l’episodio del rigore: Vasapolli si inserisce tra Mignacca e Marino e viene atterrato. Sul dischetto si presenta Milanesio che non perdona. (*PAPI*) Paolo Picone

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.