PROSTITUZIONE – Sesso estremo in 3 case di piacere trans:sfruttatore arrestato a Ragusa [VIDEO]

La polizia di stato di Ragusa ha arrestato un trans brasiliano mentre stava riscuotendo l’ennesima cessione di denaro da parte di una delle sue prostitute. Nel pieno centro storico della città iblea il trans gestiva 3 “case del piacere” in via Sant’Anna, via Farisio e via Natalini che sono state chiuse. Agenti della squadra mobile hanno filmato tutto: l’uomo offriva ai clienti ogni tipo fantasia sessuale. Nelle case sottoposte a sequestro i più svariati accessori per rapporti sadomaso. Nell’ambito dell’operazione il questore ha espulso un trans brasiliano che si prostituiva in quanto clandestino sul territorio italiano.

Gli investigatori nel corso delle indagini hanno accertato che nelle tre case d’appuntamenti andava clientela di ogni tipo: liberi professionisti, operai, disoccupati e giovani studenti. Anche per il tran sfruttatore, Filho Gomes Da Silva, 33 anni, aveva organizzato un giro di prosituzione per tutti i gusti con trans, prostitute dell’Est-Europa, africane e sud americane che vendevano il loro corpo nei tre appartamenti posti sotto sequestro e offrivano ogni tipologia di rapporto per soddisfare i “gusti” dei clienti. I prezzi delle prestazioni oscillavano da 30 a 250 euro. E all’interno degli appartamenti sono stati trovati “accessori” di tutti i tipi, falli di gomma, vibratori, gel lubrificanti, unguenti afrodisiaci, fruste, cinghie e corpetti sado-maso.

L’indagine è nata dalla denuncia di una prostituta dominicana stanca di subire le angheria del trans sfruttatore che si è rivolta alla polizia. Alcuni residenti delle delle zone dove si trovavano le case chiuse hanno ringraziato la polizia per l’intervento: «Grazie non ce la facevamo più a vedere sempre questo via vai ed avevamo paura, i clienti sembravano posseduti», ha detto uno di loro.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.