Prove di G7, Maria Elena Boschi a Taormina

«Saremo pronti per il G7: abbiamo tutte le autorizzazioni necessarie per realizzare le due elipiste, i lavori cominceranno lunedì». Lo ha detto la sottosegretaria Maria Elena Boschi dopo un incontro nel municipio di Taormina dove a maggio si terrà l’evento. «Il consiglio dei ministri – ha ricordato – ha stanziato 15 milioni per il G7. Proseguiremo rapidamente e saremo pronti per maggio». «Se ci sarà Putin a Taormina? E’ un G7… », ha aggiunto Boschi rispondendo ai giornalisti sulla possibile presenza del leader russo in Sicilia a maggio.

«La sicurezza è uno dei temi oggetto della riunione che una volta a settimana teniamo a palazzo Chigi sul G7. Saranno 6 mila le persone impegnate, tra forze dell’ordine e militari, e siamo già a buon punto». 

«Abbiamo tempi stretti, ma per gli appalti avremo molta attenzione sulle procedure da seguire e la trasparenza». 
«Abbiamo stilato un protocollo con l’Anac – ha aggiunto – ed è un ulteriore elemento di garanzia. I soldi pubblici, come sempre, vanno spesi tutti bene e in modo trasparente». 

«Stiamo passando dalla fase della preoccupazione a quella del fare. Bisogna accelerare e andare più veloci ma sono prevalentemente ottimista. L’unica preoccupazione è il palazzo dei Congressi: è da fare e subito». Aveva affermato invece il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, poco prima dell’incontro con la sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi.

La sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi con il sindaco di Taormina - Ansa
La sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi con il sindaco di Taormina – Ansa

BOSCHI4

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.