RACALMUTO – A fuoco casa di ex assessore e consigliere comunale: corto circuito ad una presa elettrica

Tanta paura e panico a Racalmuto alle prime ore del mattino . Un incendio è divampato al secondo piano di un’abitazione di un ex assessore e consigliere comunale, in corso Garibaldi. Le fiamme, in breve tempo, hanno avvolto l’intero appartamento in cui risiedono marito e moglie. Secondo una prima ricostruzione sarebbe il cortocircuito di un carica batterie di cellulare ad aver innescato l’inferno di fuoco

Il rogo, con il passare del tempo, è aumentato di intensità e si è levato in cielo una colonna di fumo nero. I coniugi sono riusciti a mettersi in salvo mentre altri residenti della zona hanno allertato i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Canicattì che sono giunti sul posto con ben tre mezzi.

I pompieri hanno avuto la meglio sull’incendio dopo un lavoro di quasi due ore. Sul posto anche un’ambulanza per le cure mediche a marito e moglie, visibilmente provati dopo l’accaduto. 

Alle ore 9.30 i Vigili del Fuoco arrivati con due mezzi sul posto erano riusciti a domare completamente l’incendio e a mettere al sicuro l’abitazione oltre alla zona molto trafficata, essendo in piena piazza e molto frequentata in quelle ore del mattino. Sul posto anche gli agenti della Polizia Municipale di Racalmuto che tempestivamente hanno transennato tutta la zona per evitare la circolazione di mezzi e persone. I danni sono ingenti , il prospetto dell’abitazione si è annerito e anche all’internoquasi tutto è andato distrutto., divorato dalle fiamme.

Nessun dubbio sul fatto che l’incendio è divampato per cause accidentali. A quanto pare, si è innescato un corto circuito da una presa elettrica dove forse era stato lasciato attaccato il cellulare.

Tutta la circolazione stradale è stata interdetta e deviata. Sotto choc l’intera cittadinanza, anche perché il pensionato settantenne – proprietario dell’abitazione andata distrutta – è molto conosciuto: è stato più volte consigliere e assessore comunale e, nel 2014, quale segretario dell’Udc fu anche candidato a sindaco.



Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.