RACALMUTO – Cosa ne sarà della fontana di piazza Francesco Crispi? [VD TG]


Da ieri con insistenza e preoccupazione, buona parte della cittadinanza si chiede cosa ne sarà della fontana storica di piazza Francesco Crispi? Gli interrogativi nascono da quando la zona interessata è stata transennata, chiaro segnale che qualche cosa dovrà succedere. La fontana sarà tolta? per far ritornare la piazzetta com’era una volta? Il dibattito è acceso, molto partecipato nelle pagine di Facebook. I racalmutesi sono molto preoccupati, perchè già in passato si sono visti togliere uno stadio, quello di via Filippo Villa, palestra di giovani amanti del calcio, con la scomparsa di quell’impianto sono anche scomparsi i giovani che praticavano il  calcio che, spesso serviva loro da volano per affacciarsi nel mondo del calcio. Racalmutesi giustamente preoccupati perchè si sono visti togliere a pochi passi dalla fontana che dovrebbe sparire, il mercato settimanale di piazza Barona. E ancora, racalmutesi amareggiati, per non riuscire più a trovare parcheggi per le proprie autovetture,o ancora, per essersi visti privati dal cinema e quant’altro. Insomma, i cambiamenti degli ultimi 30 anni, non hanno mai portato benessere e nulla di interessante alla Comunità. I cambiamenti, anzi, sono visti e salutati, adesso, come un danno  e poco produttivi. Il paese sta vivendo momenti particolari, in molti sono andati via, e c’è chi teme che, questa classe politica non sia in grado di ricostruire nulla. Ecco perchè ogni “ristrutturazione” viene vista e valutata come distruzione e scomparsa dei propri affetti, luoghi comuni, considerati come qualcosa di proprio nelle abitudini del vivere quotidiano. E’ quello che oggi scompare e viene tolto , tantomeno lo si vedrà in futuro. Dal dibattito si evince come i racalmutesi siano stanchi di vedersi privati di strutture e cose che 40-50 anni fa hanno segnato il lustro della comunità. Basta dare oggi un’occhiata alla piazza che rappresenta il centro storico del paese, del tutto svuotata, con. attività commerciali quasi del tutto sparite e con esse anche la gente sembra essersi volatilizzata.

Tra tutti i post merita attenzione e riflessione quello di Giuseppe Fabio Petrotto:”Io ho molta più paura di ciò che faranno, che di ciò che già c’è. Sti poveri fondi ANAS che dovevano servire per la viabilità attorno al paese, stanno per essere spesi solo per cose non dico inutili, ma senz’altro di dubbia utilità. Ce ne ricorderemo? Boh!?”

Ma c’è anche chi invita la Comunità a scendere in piazza per manifestare , e c’è anche chi invita a non andare più a votare. Insomma ,ai racalmutesi quella zona transennata e interessata da lavori non è andata proprio giù, con la speranza – aggiungiamo noi che questo dibattito sulla piazza virtuale possa spostarsi nella piazza quella vera – reale, ormai svuotata, assente.   Al momento sul caso, non si registrano post sui social o comunicati stampa del Sindaco o dagli altri amministratori. Rimaniamo in attesa per capire cosa stia accadendo. Intanto, le ruspe sono al lavoro.

 

Alle foto che abbiamo estratto dal profilo di Nicolò Rizzo la fontana oggi, e la fontana di ieri.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.