RACALMUTO – E’ scontro Messana Vs Pagliaro sull’assenza del Sindaco al corteo di protesta sulle statali a rischio [VD TG]


C’erano tutti: sindaci, assessori comunali, sigle sindacali, associazioni varie, il vescovo di Caltanissetta e perfino l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione: Marco Falcone. Gli amministratori locali si sono mobilitati in tutti i Comuni dell’Agrigentino e del Nisseno. Alla manifestazione per tenere i riflettori accesi sul caso Cmc e per reclamare il riavvio dei cantieri di raddoppio della statale 640, la Agrigento-Caltanissetta, era, però, “assente il sindaco di Racalmuto Emilio Messana”. A farlo notare è stato il consigliere comunale Sergio Pagliaro. Racalmuto non era presente, quindi, neanche quando è stato sottoscritto l’appello al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. “Non è la prima volta che Messana non partecipa a manifestazioni così importanti per la salvaguardia del territorio e per la tutela dei posti di lavoro – ha scritto Pagliaro – . Va ricordato che alcune imprese locali e decine di lavoratori sono coinvolti, ma al sindaco non interessa”. Messana è in scadenza di mandato elettorale, a fine aprile a Racalmuto si tornerà alle urne. “Non è in grado di affrontare i problemi, un paese in ginocchio, le attività commerciali al collasso – sottolinea Pagliaro – e il sindaco è slegato ai problemi comuni, incapace di programmare, progettare e decidere.  Infine, Pagliaro solleva anche le questioni di alcune arterie chiuse traffico nel centro storico con le difficoltà delle poche attività commerciali presenti ormai sul territorio.

 

Questa la replica del Sindaco Messana, : “Pagliaro, sfiduciato recidivo, nei proclami che preludono all’imminente campagna elettorale, dovrebbe guardarsi bene intorno. Si accorgerebbe che gli artefici dell’abbandono e del degrado urbanistico del nostro centro storico, con la conseguente crisi delle attività commerciali, sono proprio i suoi padrini politici, i suoi alleati. Quarant’anni  fa furono i vari Bongiorno, Gueli, Sardo, a strangolare il centro storico, pianificando lo sviluppo urbanistico oltre il ponte del Carmelo. Il centro soffre perché i residenti si sono ridotti e la responsabilità politica è di chi, quando governava, ha preferito immaginare Racalmuto a Bovo e in contrada Piedi di Zichi, piuttosto che preoccuparsi del cuore del paese”. Messana, nella sua replica, ha focalizzato l’attenzione sul centro storico dove “gli investimenti privati languono” ed ha evidenziato anche i problemi che la sua amministrazione ha affrontato.

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.