RACALMUTO – Grave crisi idrica, la questione sarà affrontata con un tavolo tecnico

Il consiglio comunale di Racalmuto in seduta straordinaria e urgente di giovedì scorso 18 febbraio, ha trattato l’infuocato l’argomento della mancanza d’acqua potabile, ed ha approvato ad l’unanimità la proposta, dando mandato al Presidente del Consiglio Comunela, Sergio Pagliaro e al Sindaco, Vincenzo Maniglia di comporre un tavolo tecnico con la presenza delle massime autorità regionali, e discutere inoltre degli aumenti retroattivi dell’acqua e dell’eccessivo costo dei rifiuti. La questione verrà affrontata con le massime autorità regionali, come il governatore Musumeci il prefetto di Agrigento Cocciufa con la presenza del gestore idrico di Agrigento, ed altri organi competenti, per porre fine al grave disagio, che rischia di trasformarsi in disordine sociale – a tutto questo aggiungiamo l’adeguamento retroattivo ( in aumento) del canone dell’acqua siglato dall’ATI di Agrigento, durante l’assemblea che si è tenuta mercoledì 17 febbraio scorso, confermando l’adeguamento in aumento del canone idrico retroattivo dal 2019 anziché dal 2018, contrario il sindaco Maniglia che ha votato sfavorevole all’aumento, che arriva in un momento di crisi economica dovuta dal covid 19, dopo aver ottenuto la sospensione per qualche mese, oggi arriva l’amara notizia di aumentare l’acqua, caricando ulteriormente i cittadini di un costo insensato, forse anche illegittimo – a questo aggiungiamo la questione dei rifiuti che sta raggiungendo costi elvatissimi, in considerazione degli ultimi aumenti incomprensibili delle piattaforme di conferimento, i cittadini sono esasperati dal costo eccessivo e protestano energicamente – al tavolo tecnico chiederemo di trattare questi argomenti che sono di notevole interesse per i cittadini, chiederemo migliori servizi con una riduzione dei costi.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.