RACALMUTO – Il Sindaco Maniglia sulle polemiche social:”Cinzia Leone e la sua opposizione hanno una bella faccia tosta”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente nota del Sindaco di Racalmuto, Vincenzo Maniglia, in risposta alle polemiche social, su una dichiarazione dell’assessore Iacono mal interpretata e alle esternazioni fatte dall’opposizione con il capogruppo Cinzia Leone

Bella faccia tosta!!! usare il malumore dell’Associazione dei Cavalieri “Maria Santissima del Monte” per attaccare l’operato dell’Amministrazione Comunale.  E’ quello che hanno fatto i Consiglieri di minoranza con a capo Cinzia Leone per dimostrare il loro ruolo di opposizione.

Con comunicati su facebook Cinzia Leone ed il suo gruppo mi  accusano di “inconcludenza, inefficienza ed incapacità” e poi “…con superficialità e leggerezza si annullano manifestazioni….”.

Forse è bene presentare ai cittadini ed ai lettori la giusta chiave di lettura dei fatti.

Le manifestazioni estive, nei primi quattro mesi di governo, realizzate dal Comune e quelle patrocinate,ad oggi, hanno avuto tutte esiti positivi: quelle di danza di Rosetta Carrara; quella di canto di Cecilia Capitano; l’altra di canto di Anita Palumbo; quella dell’accademia di musica moderna di Leonardo Brucculeri; la festa della birra dei bar “Blob e Nnì Popò”, l’art-esposizione pittori fatta dal bar “Poliphemus”; le proiezioni dei film in Piazza Castello; lo spettacolo musicale dei twentyquestions”; la commedia “il segreto del principe di Casadoro”; lo spettacolo “Racalmuto’s got talent” oltre  le varie presentazioni di libri nel palazzo di città, l’apertura della pinacoteca del castello, le mostre fotografiche, per citare alcuni esempicredo diano un’idea della “inconcludenza, inefficienza ed incapacita’”dell’Amministrazione da me presieduta. Non ho citato la straordinaria Festa del Monte, le sagre e gli “street food” in piazza castello e piazza Crispi e l’altrettanto riuscita Festa del Carmelo, da anni priva del contributo comunale.

L’unica manifestazione ad oggi sospesa è stata quella dei Cavalieri, per ragioni prettamente tecniche e non per mancanza di volontà o di pianificazione dell’Amministrazione che sino all’ultimo giorno ha lottato per far sì che l’evento si realizzasse.

Chi oggi cavalca il malumore dei Cavalieri dovrebbe farsi autocritica per le seguenti ragioni:

l’ex Sindaco Messana che nel 2016 ha fatto dei lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento stadio comunale “La Mantia” richiedendo ai Vigili del Fuoco il nulla osta alle attività soggette alle visite e ai controlli di Prevenzione incendi, non ha completato di fatto le richieste mosse con nota n.787 del 24/01/2017.

In quel periodo, vedi caso, in giunta con Messana c’erano Giuseppe Sole e Valentina Zucchetto, oggi espressione dell’opposizione. Durante il secondo ribaltone della giunta Messana, precisamente dal 22 dicembre 2018 al marzo del 2019, sono stati nominati assessori Cinzia Leone e Valentina Zucchetto, quest’ultima con delega di Vicesindaco per cui con competenze superiori ai singoli assessori e dunque in grado di rappresentare l’Ente nei rapporti con il Comando dei Vigili  del Fuoco.

Entrambi, a piena conoscenza dell’inagibilità dello stadio, potevano segnalarne l’impossibilità all’uso già all’atto della presentazione del Programma Estivo, allertando in tempo utile, nell’interesse dell’Associazione dei Cavalieri e anche dei cittadini, affinché si individuasse un altro sito piuttosto che attendere il fallimento della manifestazione.

L’accusa mossami dal capogruppo dell’opposizione Cinzia Leone, sempre nei social, che io non potevo non sapere solo perché componente della maggioranza politica dell’ex Sindaco Messana sulla situazione dello stadio è del tutto infondata, infatti se avessi saputo non mi sarei  subito attivato per i documenti necessari: la redazione del piano di sicurezza, la realizzazione dei progetto, l’autorizzazione all’associazione per fare le prove all’interno dello stadio, la verifica con l’elettricista del comune dell’impianto di pubblica illuminazione, la convocazione della Commissione Comunale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo e quant’altro necessario alla realizzazione della manifestazione.

Purtroppo la notifica del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, in data 23/08/2019, relativamente alla mancanza dei procedimenti di prevenzione incendi, previsti dal DPR 151/2011,ha posto fine alle speranze di realizzare l’evento.

Ecco perché, nel rispetto della legge, non si è potuta autorizzare la manifestazione.

Da avvocato ancor prima che da Consigliere, Cinzia Leone sa quanto  la mancata o ritardata presentazione della SCIA, comporti l’applicazione delle sanzioni penali previste all’art. 20 c.1 del D.lgs 139/2008e s.m.i per le quali si è puniti con arresto sino ad un anno o con l’ammenda nel caso di utilizzo della struttura.

Di contro, chi sapeva e non ha comunicato per il semplice fatto di arrecare danno a questa Amministrazione comunale, ha alimentato polemiche per il tramite dei social arrivando anche a strumentalizzare una errata interpretazione dell’affermazione fatta dall’Assessore Iacono “il paese da morto che era è stato risvegliato in pochi mesi” il cui senso autentico era quello di evidenziare l’attività intensa dell’Amministrazione che, a differenza di quanto accaduto negli ultimi anni è riuscita ad organizzare tanti eventi in poco tempo e non di offendere i cittadini.

I Consiglieri di opposizione,pertanto sono vivamente invitati a lavorare per il bene del paese facendo segnalazioni e proposte in sede istituzionale nel rispetto al ruolo che occupano.

                                                                  Vincenzo Maniglia

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.