RACALMUTO – La maggioranza consiliare boccia il piano Aro

Nella seduta del Consiglio Comunale di Racalmuto di ieri è stato bocciato il Piano Aro. Con la votazione unanime dei consiglieri di maggioranza il consiglio ha detto no all’affidamento esterno della gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, prospettando la eventuale possibilità di optare per il sistema di gestione in House Providing, che prevede l’utilizzo di mezzi propri e proprie risorse umane e che porterebbe ad una considerevole riduzione dei costi.
Votato anche all’unanimità da tutti i consiglieri comunali di maggioranza e di opposizione, l’atto di indirizzo congiunto Consiglio Comunale – Giunta relativo alla TARSU 2008/2014, con cui sono state previste una serie di agevolazioni a favore dei cittadini per la definizione della TARSU pregressa.
Le situazioni più ricorrenti previste riguardano:
1) Immobili ad uso abitativo e relative pertinenze situati fuori dal centro abitato ed utilizzati per non più di 4 mesi l’anno, per cui si applica il criterio della stagionalità.
2) Immobili ad uso abitativo e relative pertinenze con utenze allacciate in rete non concessi in locazione e/o comodato negli anni in esame e di fatto inutilizzati, che possono beneficiare della riduzione di 1/3 del dovuto.
3)Immobili ad uso abitativo e relative pertinenze privi di utenze allacciate in rete o in condizioni di inabitabilità, mai concessi in locazione o comodato,che sono esenti dalla tassa.
4) Magazzini privi di utenze e inutilizzati o adibiti come deposito, che sono esentati. Se una parte del magazzino, materialmente delimitato, viene utilizzata la tassa è dovuta solo per questa porzione.
5) Magazzini e pertinenze superiori a 50 mq serviti da utenze non concessi in locazione o comodato negli anni in esame di cui è dimostrato il non utilizzo, che possono beneficiare della riduzione di 1/3 del dovuto.
6) Sui magazzini con destinazione urbanistica C1, se non locati o dati in comodato negli anni in esame e comunque non utilizzati secondo tale destinazione può essere applicata la tassa per la destinazione C2.
Pienamente soddisfatto il consiglio comunale per il risultato raggiunto.
Il Presidente del Consiglio, Avv. Ivana Mantione nel ringraziare i Consiglieri Comunali, la Giunta e il Responsabile del settore Dott. Vittorio Lauricella per l’impegno e la collaborazione, dichiara che  è stata trovata una soluzione giusta ed equilibrata nel rispetto della legge, da cui i cittadini trarranno  notevoli agevolazioni nella definizione degli avvisi di accertamento Tarsu per gli anni 2008/2014.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.