RACALMUTO – Non gradisce i servizi del Centro d’accoglienza: tunisino minaccia suicidio

Alta tensione, ieri, nel Centro d’accoglienza per immigrati di Racalmuto. Un cittadino tunisino ha minacciato di suicidarsi e di uccidere la giovane moglie, prossima al parto. L’uomo in una stanza con in mano un coltello si è messo ad  urlare minacciando di volere mettere in atto il folle gesto. I carabinieri, giunti tempestivamente sul posto, sono riusciti a convincere l’extracomunitario a desistere. Pare che alla base della clamorosa protesta vi fossero dei motivi legati all’ospitalità che non sarebbe stata gradita dal tunisino. Al termine di un’estenuante trattativa, l’uomo è uscito dalla stanza ed è stato accompagnato dai militari in ospedale prima e in caserma poi.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.