RACALMUTO – “Nuove accuse per l’imprenditore Romano” bancarotta da 3 mln di euro

Nuove accuse per l’imprenditore Calogero Romano, 62 anni, di Racalmuto, imputato insieme al figlio in un processo per bancarotta fraudolenta . Secondo l’accusa avrebbe sottratto, con operazioni finanziarie fraudolente , beni per circa 3 milioni di euro da due imprese finite adesso al centro di un provvedimento di sequestro di presunte contiguità con Cosa Nostra. Il sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento Cecilia Bavarelli, durante l’udienza  che si celebra davanti il collegio di giudici presieduto da Giuseppe Miceli, ha proceduto a nuove contestazioni .Gli avvocati difensori di Romano, hanno subito replicato chiedendo numerose prove suppletive.

La prossima udienza è stata fissata per il 7 dicembre.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.