RACALMUTO – Rintracciata e rimpatriata 21enne nigeriana

Nell’ambito del contrasto all’immigrazione clandestina, a seguito del protocollo d’intesa tra la Repubblica Italiana e l’ambasciata della Repubblica Federale della Nigeria, veniva disposti mirati servizi al rintraccio dei cittadini nigeriani presenti nel territorio della Compagnia CC di Canicattì, in posizione di irregolari  per il loro successivo rimpatrio.
Il Ministero dell’Interno – dipartimento della Publia Sicurezza – direzione centrale dell’immigrazione e della polizia delle frontiere, ha infatti riservato dal 26 gennaio al 28 febbraio presso i CIE di Roma, Torino Brindisi e Caltanissetta, un totale di nr. 95 (di cui 50 per sole donne a Roma) posti per i cittadini nigeriani irregolari sul territorio nazionale, per completare un volo charter per il loro rimpatrio.
In tutta la Compagnia di Canicattì (Canicattì, Castrofilippo, Racalmuto, Grotte, Comitini, Aragona, Santa Elisabetta e Sant’Angelo Muxaro), si accentuavano i controlli del territorio soprattutto presso le strutture ricettive per immigrati, a Racalmuto proprio all’interno di un centro sprar veniva sorpresa una ragazza 21enne nigeriana, la quale eludendo la sorveglianza degli addetti si era nascosta sotto il letto di una stanza. Una volta identificata e appurato che la stessa non aveva alcun titolo per rimanere in Italia, veniva attivato il protocollo d’intesa. I militari della Stazione di Racalmuto coadiuvati da quella di Aragona, accompagnavano la ragazza, in aereo, fino al CIE di Roma – Ponte Galeria da dove successivamente veniva rimpatriata in Nigeria.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.