RACALMUTO – Salvatore Petrotto:”Mi ricandido a Sindaco”

L’ex Sindaco di Racalmuto, Salvatore Petrotto, annuncia attraverso un comunicato stampa di essere pronto a scendere nuovamente in campo come candidato a Sindaco, qualora dovesse arrivare l’Ok dal Ministero per andare al voto i prossimi 6 e 7 maggio al Comune di Racalmuto. Come è ormai noto, dallo scorso mese di giugno il Comune di Racalmuto è senza Sindaco, proprio per le dimissioni  di Petrotto che è statao indagato,  per concorso esterno in associazione mafiosa. Petrotto era stato accusato dal collaboratore di giustizia Maurizio Di Gati di aver favorito, con l’aggiudicazione diretta di due lavori, Cosa Nostra. Sempre secondo Di Gati, Petrotto avrebbe inscenato gli attentati intimidatori di cui è stato vittima a partire dl 1993.

“Dopo un’attenta riflessione, Petrotto. per evitare di compromettere le istituzioni che rappresentava, e  certo di far luce e di chiarire qualsivoglia aspetto della vita politico-amministrativa nelle sedi opportune, ha rimesso il mandato.

Il 28 ottobre, sempre dello scorso anno, il GIP del tribunale di Palermo ha accolto la richiesta di archiviazione, avanzata lo scorso 6 settembre dal procuratore Vittorio Teresi e dal sostituto Fernando Asaro della Dda, nei confronti dell’ex sindaco di Racalmuto Salvatore Petrotto.

“Adesso è arrivata l’ora di ricominciare,- scrive nel comunicato stampa- di riavviare quel profondo rinascimento avviato alcuni anni fa, per un risorgimento di Racalmuto, facendo a meno di tutti quei detrattori, quei vigliacchi denigratori di un paese che ha solo tanta voglia di crescere, di andare avanti, di svilupparsi economicamente. Salvatore Petrotto Candidato a sindaco di Racalmuto Già sindaco di Racalmuto dal 1993 al 2002 e dal 2007 al 2011”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.