RACALMUTO – Scoperta una discarica non autorizzata

Operazione congiunta dei Carabinieri di Racalmuto, della Polizia Provinciale e della  Polizia Municipale i quali hanno proceduto al sequestro di una vasta area di circa 5.000 mq dove i proprietari avevano creato una discarica di materiali vari e stavano costruendo dei fabbricati in violazione della legge sull’edilizia n. 47/85 e al regolamento edilizio comunale.

In seguito al sopralluogo congiunto degli organi di polizia sono stati scoperti sia sul terreno che all’interno dei fabbricati abusivi rifiuti di vario tipo consistenti in: lastre, serbatoi e canne fumarie tipo Eternit contenenti presumibilmente amianto, pneumatici fuori uso, elettrodomestici in disuso, legnami di vario genere, ferri del tipo usato in edilizia provenienti dalla demolizione di fabbricati, sfabricidi provenienti dalla demolizione di fabbricati, mobilio vario, parti varie di autovetture, materassi, fogli di catrame, sanitari dismessi, infissi dismessi, grondaie in plastica usate, contenitori pieni d’olio usato, lastre in metallo, il tutto depositato sia sul terreno che all’interno degli edifici.

Nel corso del sopralluogo, alla presenza del dirigente Veterinario dell’ASP di Agrigento,  si è proceduto anche al sequestro di otto cani di varia taglia in quanto gli stessi non risultavano iscritti al Registro dell’Anagrafe canina ne erano stati microcippati e qualcuno era legato a una catena, lunga circa un metro e mezzo, talmente attorcigliata, da non consentire movimenti ai cani, con pericolo di strozzamento. I predetti animali sono stati affidati all’apposito canile convenzionato col Comune di Racalmuto. Oltre all’eventuale reato penale per maltrattamenti è stata elevata la sanzione pecuniaria di € 170,00 per violazione della legge Regionale 31 luglio 2000 n. 15.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.