RACALMUTO – Si alle Srr

Racalmuto, a differenza di tanti altri comuni dell’agrigentino dice si alle Srr (Società di regolamentazione di servizio raccolta), che si occuperanno della gestione dei rifiuti in Sicilia in sostituzione dei vecchi consorzi o società d’ambito. La delibera è stata adottata dalla commissione straordinaria che regge dallo scorso 10 aprile il Comune di Racalmuto ed è stata pubblicata sul sito internet del comune nella voce albo pretorio. Un’ulteriore decisione che non è stata gradita dai cittadini già in forte contestazione con la triade commissariale per l’arrivo della Tarsu aumentata dell’80%. I cittadini ritengono che le Srr non faranno altro che alleggerire le loro tasche già vuote. La commissione prefettizia guidata dal Prefetto Gabriella Tramonti, ormai per pochi giorni ancora a Racalmuto, visto il trasferimento imminente al Viminale di Roma  e il viceprefetto Enrico Galeani e il funzionario Saverio Buda ritengono invece, che il loro è stato un atto dovuto attenendosi semplicemente al decreto dell’assessore regionale all’Energia e che l’adesione alle Srr è obbligatoria.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.