RAFFADALI – Cuffaro libero per un giorno: andrà da sua madre

Totò Cuffaro presto tornerà libero, anche se solo per un giorno. Potrà lasciare la cella, prendere l’aereo, farsi raggiungere dal figlio all’aeroporto, trasferirsi a Raffadali e stare con i parenti, la madre, la moglie ed i fratelli senza dover subire la presenza imbarazzante degli agenti di custodia, delle forze dell’ordine.
Libero. Totò Cuffaro ha ottenuto un permesso straordinario che gli è stato concesso nel carcere di Rebibbia, dov’è rinchiuso dal gennaio dello scorso anno, quando divenne esecutiva la condanna di favoreggiamento alla mafia. E da allora ha mantenuto un atteggiamento corretto, ineccepibile. Un detenuto modello, esemplare.
Così l’ufficio del giudice di sorveglianza che non era riuscito a farlo arrivare in tempo per i funerali del padre Raffaele, celebrati mercoledì pomeriggio, ha emanato un provvedimento che restituisce, seppur per poche ore, la libertà all’ex presidente della Regione. Che, ora, potrà lasciarsi alle spalle il portone scorrevole del carcere romano di Rebibbia e mettersi in viaggio da solo verso Raffadali, il suo paese che si è stretto attorno al grave lutto che ha colpito la sua famiglia.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.