RAFFADALI – Ricorso Giglione contro Cuffaro, 6 indagati

La Procura di Agrigento indaga uno dei presidenti di seggio e 5 rappresentanti di lista del candidato a sindaco di Raffadali alle scorse amministrative, Piero Giglione, perché avrebbero dichiarato il falso. Il presidente avrebbe attribuito impropriamente 6 voti al candidato Giglione, e gli altri 5 avrebbero dichiarato il falso per facilitare la presentazione da parte di Giglione del ricorso elettorale per l’annullamento dell’elezione a sindaco di Silvio Cuffaro, fratello dell’ex Presidente della Regione Totò Cuffaro. Dalla verifica effettuata dal Prefetto di Agrigento, su richiesta del Tar, è emerso che le schede riscontrate nelle sezioni in esame non corrispondono in termini formali e sostanziali con quanto dichiarato dai rappresentanti di lista sotto la propria responsabilità nelle dichiarazioni sostitutive di notorietà da loro sottoscritte. Ecco perché il sindaco Silvio Cuffaro, già nel febbraio scorso, ha sporto querela presso l’autorità giudiziaria penale di Agrigento. A seguito di ciò, la Procura ha avviato un’ inchiesta per falso ideologico commesso da pubblico ufficiale in atti pubblici ed in concorso, indagando il presidente di seggio e tutti e 5 i rappresentanti di lista querelati.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.