RAFFADALI – Totò Cuffaro assente ai funerali del padre, commuove in chiesa lettera dal carcere

L’ex presidente della Regione Sicilia, Salvatore Cuffaro, detenuto nel carcere di Rebibbia dopo la condanna per favoreggiamento aggravato di Cosa nostra, non ha partecipato ieri ai funerali del padre, Raffaele, morto il 31 dicembre ad 85 anni.

Il rito funebre, al quale hanno preso parte numerose persone tra cui molti politici, professionisti e imprenditori provenienti da mezza Sicilia, si è svolto nella chiesa Madre di Raffadali – con la messa celebrata dall’arciprete don Giuseppe Livatino –  e l’ex governatore non ha potuto prendervi parte perchè il giudice del tribunale di Sorveglianza,  non ha firmato il permesso necessario alla trasferta dal carcere romano a Raffadali.

Cuffaro, secondo indiscrezioni, arriverà, però, oggi, nel suo paese di origine, per assistere alla tumulazione della salma del genitore al quale ha dedicato una  lettera per l’ultimo saluto che è stata letta ieri con le lacrime agli occhi dal fratello Silvio durante la messa, , suscitando la commozione dei presenti.

“L’unico dispiacere che poteva venire da un padre come te è quello della tua dipartita. Solo questo dispiacere ci hai dato, per il resto solo gioia e amore. Da lassù – ha scritto Totò Cuffaro nella lettera al padre – ci darai ancora la mano, così come facevi quando eravamo bambini, quando ci raccontavi la storiella dei lupi che azzannano i cani e dei cani che affrontano i lupi”.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.