RAVANUSA – I morti sono 3: vertice in corso al Comune

Al momento , le vittime accertate sono 3 causate dall’esplosione di un metanodotto, che ha fatto crollare 4 palazzine e danneggiato altri stabili. I pompieri smentiscono la notizia, diffusa dalla Protezione civile regionale, secondo cui sarebbe stata localizzata la quarta vittima.All’appello mancherebbero 6 persone, fra cui l’asssistente sociale di 30 anni , in stato di gravidanza. 150 sono gli evacuati. I precedenti casi di esplosione dimostrano come sia possibile trovare sopravvissuti fino a 72 ore dopo la tragedia.

È appena iniziata la riunione al comune di Ravanusa, alla presenza dei vertici delle forze di polizia, del procuratore Luigi Patronaggio e del capo della Protezione civile nazionale Fabrizio Curcio. Si stanno mettendo a punto i dettagli delle ricerche e dei soccorsi, che procedono in maniera ininterrotta da ieri sera, e si discute anche di ordine pubblico e sicurezza. Nelle prossime ore sarà definito un piano di controlli anti sciacallaggio.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *