RAVANUSA – Scoperta una piantagione “fai da te” di marijuana, in manette un’intera famiglia

Una piantagione “fai da te” di marijuana è stata scovata dai carabinieri della stazione di Ravanusa. Quattro persone, un interno nucleo familiare, sono state arrestate e, su disposizione del sostituto procuratore, poste ai domiciliari. Si tratta di un disoccupato di 62 anni, della moglie: una casalinga di 53 anni e dei figli di 31 e 25 anni, tutti incensurati.

Complessivamente sono stati sequestrati poco più di 500 grammi di marijuana, nonché fitofarmaci e luci riscaldanti per accelerare la crescita delle piante. Trovati, e chiaramente posti sottosequestro, anche circa 200 semi di cannabis. I carabinieri, inoltre, si sono accorti – durante la perquisizione – di una alterazione al contatore dell’abitazione. E’ stata contestata anche l’ipotesi di reato di furto di energia elettrica.

Alla scoperta della mini piantagione i carabinieri sono arrivati dopo varie attività di osservazione. Poi, appunto, è scattato il blitz nella casa del centro cittadino e all’interno è stata trovata questa sorta di serra artigianale. In particolare, i militari hanno scovato in uno scantinato cinque piante quasi pronte per essere raccolte e in uno stanzino adiacente altra sostanza, già in fase di essicazione, per un totale di oltre mezzo chilo di “marijuana” che di lì a poco si sarebbe potuta smerciare, con un valore al dettaglio stimato in alcune centinaia di euro.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.