RAVANUSA – Senza lavoro e depresso si uccide

A Ravanusa, un ragazzo di 26 anni, Gianpaolo Zaia, disoccupato, si è suicidato utilizzando un cavo elettrico appeso al soffitto di una abitazione vicino alla sua. Verosimilmente, Zaia si è ucciso afflitto dalle condizioni economiche disagiate e dalla mancanza di lavoro che lo avrebbe recentemente indotto in crisi depressiva. Gianpaolo Zaia si è sposato poco più di 8 mesi addietro, e la giovane moglie è in stato di gravidanza. Il figlio nascerà il prossimo mese, ad aprile.

 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.