REALMONTE – Il sei maggio prossimo verrà abbattuto l’ecomostro di Scala dei turchi

Questa volta l’ecomostro nei pressi di Scala dei Turchi in territorio di Realmonte, cadrà davvero. La ditta Scatur, proprietaria dell’immobile provvederà ad abbattere il manufatto ed i lavori cominceranno il prossimo sei maggio. Lo ha comunicato Gina Fretto, amministratore unico della Scatur srl, la quale prevede in trenta giorni il tempo necessario per concludere l’opera di demolizione. Lapidaria la comunicazione: al fine di evitare ulteriori danni a quanti già subiti, l’inizio dei lavori avranno inizio il 06/05/2013, che in ogni caso saranno ultimati entro 30 giorni lavorativi, i lavori interesseranno, la recinzione del lotto nelle parti mancanti con paletti e rete metallica, la demolizione, delle opere di elevazione, degli impalcati, la frantumazione e il conseguente trasporto a rifiuto del materiale proveniente dalla demolizione di cui sopra”. Insomma si è arrivati al dunque dopo anni di inerzia o di attività dilatorie. Nel dicembre scorso l’impulso determinante alla vicenda lo hanno dato il procuratore della Repubblica aggiunto di Agrigento, Ignazio Fonzo e il sostituto Antonella Pandolfi che hanno intimato alla politica ed alla burocrazia di intervenire subito, a fronte di sentenze certe che ordinavano la demolizione con i provvedimenti di competenza. E la macchina dello Stato si è messa, finalmente, celermente in modo: sono partite le ordinanze dirigenziali di demolizione, i ricorsi sono stati presentati e persi (o ritirati) e si è arrivati a questo punto: il sei maggio prossimo l’ecomostro sarà abbattuto.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.