REALMONTE – Scala dei Turchi invasa dai turisti nonostante i divieti di accesso [FOTO][VIDEO]

Alcune turiste si arrampicano sulla staccionata , un bambino si avventura in una pericolosa salita per aggirare le barriere. 24ore dopo qualcuno ha aperto un buco nella recinzione e si può comodamente entrare, ma l’accesso alla Scala dei Turchi è vietato per pericolo crolli. Turisti consapevoli del fatto di non poter passare ma che hanno sfidato il pericolo non curanti del rischio al quale sono andati incontro. Ma per l’associazione degli operatori turistici della zona il pericolo più grande è che la chiusura duri fino all’estate. La speranza è che il problema possa essere risolto entro breve tempo.   

Alla Scala dei Turchi, chiusa e recintata da qualche settimana, i turisti continuano ad ignorare l’ordinanza del sindaco di Realmonte, e in assenza dei controlli, penetrano pericolosamente nell’area vietata scavalcando o rompendo la recinzione.

Un atteggiamento pericoloso, visti i ripetuti crolli che ci sono stati nella zona. Denuncia la situazione fuori controllo l’associazione Mare Amico con il suo Presidente Claudio Lombardo per il quale priorità rimane quella che l’area diventi completamente demanio pubblico risolvendo l’annosa problematica con un privato che dalle mappe catastali risulta proprietario di una parte. Inoltre, la speranza di Mareamico  è che la Regione si faccia carico di questa bellezza naturale per renderla fruibile  e per farsene carico, il primo passaggio necessario è quello dell’esproprio. Successivamente- dichiara sempre Claudio Lombardo , dovrà farsi carico della messa in sicurezza  per un’apertura. Però, contingentata delle entrate. Perché non è possibile che a Ferragosto ci siano 10 mila persone sulla Scala dei Turchi.   

Condividi
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.