REALMONTE – Scala dei Turchi: la Polizia Provinciale salva un turista con trauma cranico

La presenza degli agenti della Polizia Provinciale, dei volontari della Protezione civile delle Guardie Ittiche e dell’Associazione AEOP di Realmonte,  che in questi giorni presidiano la spiaggia  della Scala dei Turchi, è stata provvidenziale per un turista di Palermo.

L’uomo si trovata sulla scogliera della Scala dei Turchi e  dopo essere scivolato ha battuto  violentemente il capo sulle rocce cadendo in mare privo di sensi, rischiando di annegare.

Il turista è stato soccorso e tratto in salvo  dagli uomini della Polizia Provinciale comandati dal ten Col. Vincenzo Giglio  e dai volontari  delle Associazioni, i quali  dopo i primi soccorsi lo hanno trasportato con il  gommone delle Guardie Ittiche al porto di Porto Empedocle dove, allertata telefonicamente, c’era ad attenderlo il Comandante in seconda della Capitaneria di Porto Pietro Carosia e un’ambulanza del 118.

Da un primo accertamento  i medici hanno riscontrato un grave  trauma cranico con ferite lacero contusive.

Dopo che il Comune di Realmonte ha segnalato episodi di vandalismo e di asportazione di blocchi di marna bianca da parte di turisti e villeggianti dalla Scala dei Turchi, da alcuni giorni  è, infatti, operativo  il posto fisso di vigilanza della Polizia Provinciale,  sulla spiaggia della “Scala dei Turchi” istituito con lo scopo di prevenire eventuali atti di vandalismo e dissuadere i bagnanti  dall’ asportare  blocchi di marna bianca.

La Polizia Provinciale vigilerà sia dalla spiaggia che dal mare, grazie ad un  protocollo di intesa che prevede l’utilizzo di un gommone messo a disposizione dell’associazione di volontariato Endas e dal suo direttore del gruppo di Vigilanza Ittica Sandro Bennici la cui presenza questa mattina ha salvato al vita al  bagnante.


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.