REGIONE – Gruppo Musumeci: “Sostegno anche alle piccole imprese dell’informazione” [video]

I deputati della “Lista Musumeci” hanno presentato decine di emendamenti al disegno di legge sull’editoria – oramai prossimo alla trattazione in aula – che dovrebbe regolamentare i contributi alle emittenti televisive, radiofoniche e via web private della Sicilia, oltre che agli organi di stampa cartacei.

“In questo disegno di legge, che nasce con il precipuo scopo di tutelare e sostenere il sistema informativo siciliano, – hanno dichiarato i deputati della “Lista Musumeci” – bisogna riaffermare il principio fondamentale della salvaguardia della pluralità dell’informazione.

In Sicilia esiste un centinaio di emittenti televisive, radiofoniche e via web, testate che giornalmente diffondono notizie spesso utilissime per la specificità territoriale.

Porre dei limiti macroscopici alla possibilità di accedere alle provvidenze economiche regionali, basandosi solo su un mero principio di diffusione territoriale, legato alla popolazione o all’estensione in chilometri quadrati della propria fascia di diffusione del segnale, esclude la gran parte della emittenza privata dal beneficio contemplato dalla legge.

Se a questo si aggiunge il previsto obbligo dell’assunzione di un numero di giornalisti professionisti sproporzionato alle reali esigenze di tante emittenti, appare evidente come occorra un intervento modificativo del disegno di legge, affinché non siano cancellate le piccole imprese che concorrono a fare pluralismo.

Per questi motivi – concludono i deputati della “Lista Musumeci” – abbiamo presentato emendamenti finalizzati a riconoscere i benefici di legge tanto alle grandi quanto alle medie e piccole imprese che da un lato garantiscano la vera democrazia e pluralità dell’informazione locale, dall’altro che osservino le regole in materia di contratti di lavoro, di doveri fiscali e di qualità del prodotto informativo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.