REGIONE – Rifiuti, ok alla riforma in Commissione Ars

Via libera dalla IV commissione dell’Ars al testo del disegno di legge per la riforma degli ambiti territoriali e la gestione integrata dei rifiuti in Sicilia.Viene salvato tutto il personale – tecnico amministrativo e precario, finiscono nel cassetto i vecchi Ato e le mai nate Srr , viene introdotto l’ecoincentivo e sanzioni per i Comuni che hanno provocato il maxi debito maturato col vecchio sistema di gestione dei rifiuti. Eccola la riforma voluta da Musumeci e dall’assessore Alberto Pierobon e integrata con vari articoli proposti dai grillini. E’ stata approvata in commissione e ora, si augura la presidente Giusy Savarino , potrebbe avere il via libera dell’aula entro fine anno, a meno che non venga scavalcata da bilancio e finanziaria. E’ un maxi testo da circa 50 articoli , quello che dopo mesi di scontri è stato approvato in commissione Ambiente. La misura principale riguarda la definitiva abolizione dei 27 Ato e delle 18 srr che avrebbero dovuto già  prenderne il posto. Ora si passa a 9 Ada , cioè ambiti di gestione provinciale che mettono insieme i Sindaci  del territorio. A guidarle, gratuitamente , sarà il Sindaco del Comune che raggiunge la più alta percentuale  di raccolta differenziata. Non ci sarà consiglio di amministrazione ma una serie di organi collegiali che non prevedono indennità . Oltre alle 9 Ada potranno sopravvivere le attuali associazioni di Comuni che hanno  mostrato efficienza ; saranno isole gestionali all’interno delle Ada. E saranno autonome, pur nell’ambito  provinciale, le gestioni delle tre aree metropolitane di Palermo, Catania e Messina.  Le Ada avranno il compito di organizzare il servizio su base provinciale :”I loro compiti – spiega la Savarino- saranno pianificazione, coordinamento e controllo. Potranno decidere di affidare il servizio a privati tramite gara, in house a società pubbliche o a soggetti misti”. In ogni caso, chiunque si aggiudicherà  il servizio erediterà il personale. “Tutto il personale attuale  verrà salvaguardato “sintetizza la Savarino. Gli 800 amministrativi di Ato e Srr potranno scegliere se transitare nelle nuove Ada o tornare nei comuni di provenienza, a patto che ci sia ancora il posto in pianta organica.

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.