REGIONE – Udc: “Governo a rischio senza riforme condivise”

“La bocciatura in aula della riforma delle Province è un fatto politico grave che ha cause ben precise”. Così si legge in una nota dell’Udc diffusa al termine di un lungo vertice a cui hanno preso parte i deputati dell’Ars, il segretario regionale Giovanni Pistorio e il presidente nazionale del partito Gianpiero D’Alia.
Nella nota dello scudocrociato si continua a porre l’accento sui problemi della maggioranza tanto che – si legge nel documento – il flop sulle province “è frutto anche delle scelte infelici della maggioranza, come quella sulla vicepresidenza dell’Ars, che hanno seriamente compromesso il sereno confronto parlamentare”.
L’Udc, che conferma stima e fiducia all’assessore agli enti locali Ettore Leotta, indica anche una via d’uscita dallo stallo politico: “Riteniamo indispensabile per la permanenza in questa esperienza di governo regionale una decisa fase riformatrice, che parta proprio dalla legge sulle città metropolitane e i consorzi che va approvata tempestivamente subito dopo la sessione di bilancio”.
“Auspichiamo – conclude la nota dei centristi – che le riforme vengano scritte e varate con il concorso dell’opposizione. Non possiamo dimenticare la regola aurea della politica che vuole che le grandi riforme vengano scritte insieme”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.