REGIONE – Voto di scambio, Gennuso rimesso in libertà

Il Tribunale del Riesame ha rimesso in libertà Giuseppe Gennuso, il parlamentare regionale di Rosolini arrestato per voto di scambio politico-mafioso. Insieme a lui erano stati fermati dai carabinieri di Siracusa Francesco Giamblanco, 31 anni, cognato del boss di Avola Michele Crapula e Massimo Rubino, 45 anni, indicato dai magistrati della Dda di Catania come l’intermediario tra la cosca e Gennuso. Il parlamentare, che era agli arresti domiciliari, nel corso dell’interrogatorio di garanzia prima e davanti al Riesame poi, ha sempre respinto le accuse sostenendo di non avere mai avuto un accordo con il clan e soprattutto di non aver mai pagato per ottenere le preferenze.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.