Revocate le elezioni a Caltanissetta e Ragusa

L’assessore regionale per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici, ha firmato il decreto con il quale vengono revocate le elezioni nelle Province Regionali di Ragusa e Caltanissetta. La decisione è la conseguenza dalla pubblicazione sulla gazzetta ufficiale della Regione di venerdì scorso della legge contenente le nuove norme sulle funzioni e gli organi di governo delle Province, approvata dall’Ars il 29 febbraio.

La normativa, così come a livello nazionale, attribuisce alle Province regionali funzioni di indirizzo e coordinamento e rinvia l’adozione di una riforma organica a un successivo Ddl, da predisporre entro il 31 dicembre 2012. Motivo per cui, in attesa del varo della predetta legge di riforma, è sospeso il rinnovo degli organi provinciali in scadenza quest’anno. Pertanto è stato modificato il decreto dello scorso 6 marzo con il quale erano stati indetti i comizi elettorali anche nelle due province.

In particolare, a Ragusa si procederà al commissariamento di presidente, Giunta e Consiglio. A Caltanissetta proseguirà, invece, l’attuale gestione commissariale di presidente e Giunta, mentre il Consiglio provinciale resterà in carica. Il 6 e 7 maggio (eventuale ballottaggio il 20 e 21) si voterà, quindi, in 149 comuni e 14 Consigli circoscrizionali. Interessati alla consultazione saranno poco più di 2 mln di siciliani. I capoluoghi ad andare alle urne saranno Palermo, Agrigento e Trapani.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.