RIBERA – Blitz antidroga, indagato chiede di patteggiare

Ha chiesto di patteggiare la pena di 4 anni di reclusione, la Procura della Repubblica di Sciacca si è riservata di decidere in merito al consenso, ma, intanto, il gip ha attenuato la misura cautelare nei confronti di Giuseppe Tavormina, 23 anni, di Ribera, che passa dal carcere ai domiciliari. Tavormina è uno dei 54 destinatari di misura cautelare nell’ambito dell’operazione antidroga denominata “Veleno” che ha portato i Carabinieri a smantellare un sistema ben consolidato che prevedeva l’acquisto della sostanza stupefacente a Palermo e poi il trasferimento e lo spaccio a Ribera.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.