RIBERA – 40enne trovato morto nello stabile degli ex uffici comunali di viale Europa

E’ stato trovato morto dai carabinieri della locale tenenza un giovane extracomunitario di nazionalità marocchina all’interno dei locali diroccati degli ex uffici finanziari di viale Europa, tra le palazzine delle case popolari e quelle delle cooperative edilizie. Si tratta di Muhamed Faruk, di 40 anni, lavoratore irregolare, pare da diversi anni, abitante in locali di fortuna delle periferie urbane.
E’ stato individuato dai carabinieri, dopo la segnalazione da parte degli operatori della Protezione Civile che ogni giorno gli portavano il pranzo in un periodo di coronavirus, a causa di tutte le attività lavorative ferme
Quando, come ogni giorno, hanno bussato e chiamato inutilmente, hanno dovuto avvisare i militari riberesi che hanno sfondato la porta e lo hanno trovato esanime. E’ stata eseguita l’ispezione cadaverica da parte del medico legale. Pare che sia deceduto forse per un malore accusato durante la notte. Viveva da solo nei locali fatiscenti. E non sarebbe morto di stenti perché la Protezione Civile di Ribera lo rinfocillava quotidianamente con i viveri messi a disposizione dalla Caritas.
La salma è stata trasferita nella camera mortuaria del cimitero, in attesa delle decisioni che saranno adottate dalle autorità della Tunisia per un eventuale rientro in patria dell’extracomunitario.

FONTE: RIPOST

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.