RIBERA – Alloggi popolari a rischio crollo, sessanta famiglie senza casa

Sessanta famiglie di Ribera sono senza casa. Si tratta dei residenti negli alloggi popolari di Largo martiri, in via Fani, alla periferia del centro urbano. Alloggi dichiarati formalmente inagibili e a rischio crollo. Comune e regione hanno già raggiunto un’intesa per la loro demolizione e ricostruzione da zero.  

Occorrono dieci milioni di euro. Tre milioni e mezzo sono già disponibili. Il presidente della Regione Rosario Crocetta si è impegnato a reperire le altre somme necessarie. Ma nel frattempo nessuno a Ribera vuole affittare un appartamento a queste persone. E questo malgrado il comune abbia previsto un contributo pro capite sull’affitto di 250 euro al mese.

Il sindaco Carmelo Pace si appella ai riberesi proprietari di immobili: “Non c’è ragione per cui non si debba dare una mano a questi nostri concittadini”. Al momento alcune delle famiglie sono ospitate presso alberghi, sempre a spese de comune. Altre hanno trovato riparo da amici e parenti.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.